menu

Social media

Il tuo abito sui social network


Facebook è il social media di gran lunga più frequentato al mondo. In Italia nel mese di dicembre 2015 (ultima rilevazione ufficiale Nielsen) ha avuto un’audience di 23,6 milioni di utenti.
È un social poliedrico, dove si può fare veramente di tutto: chattare, scambiare foto, tenersi aggiornati, creare gruppi, condividere video, promuoversi e promuovere la propria azienda e i propri prodotti.
Facebook resta percepito come un social dedicato allo svago e di solito chi lo usa non ha molta voglia di fermarsi a pensare per decifrare un messaggio.
Grazie all’uso delle pagine aziendali è potenzialmente ottimo per tutte le imprese. Insieme a twitter è lo strumento più efficace per la gestione del customer care.


Facebook

IL socialmedia

In Italia nel mese di dicembre 2015 ha avuto un’audience di 6,4 milioni di utenti.
È un social estremamente immediato, dove si danno e si ricevono informazioni in tempo reale. Una notizia su twitter dopo qualche ora è già considerata obsoleta. Queste caratteristiche rendono twitter un mezzo su cui è importante condividere notizie con parole chiave appropriate per ricondurre il lettore al proprio sito o ad una specifica landing page. Data la rapidità di interazione, è uno strumento usatissimo per il customer care, tanto che molte persone aprono un account solo per quello.


Twitter

Il rivale

In Italia nel mese di dicembre 2015 ha avuto un’audience di 4,6 milioni di utenti.
E un social dedicato ai professionisti.
È il più “formale” e se si decide di essere presenti su linkedin è determinante il fatto che si abbia qualcosa di realmente interessante da dire. Gli utenti usano linkedin per entrare in contatto con altri professionisti. E’ ottimo anche per il social recruiting e in generale per l’incontro tra offerta e domanda di lavoro.
L’età media è più alta che sugli altri social (la maggior parte degli utenti hanno tra 35 e 55 anni), non c’è predominanza maschile o femminile e il grado di istruzione degli iscritti è elevato. Anche su linkedin è possibile creare una pagina aziendale, ma l’elemento che caratterizza questo social è la partecipazione a uno dei tanti gruppi di interesse presenti.


Linkedin

Il professionista

Al secondo posto, in Italia nel mese di dicembre 2015 ha avuto un’audience di 8,4 milioni di utenti.
È il social network di Google, il che lo rende interessante a prescindere. C’è la possibilità di creare pagine aziendali, con il benefit non trascurabile dell’integrazione con alcune delle applicazioni più usate sul pianeta, quali google maps, google place e google search. In soldoni google+ è un MUST per le aziende locali in termini di visibilità su TUTTI mezzi google.


Google+

Quello versatile

In Italia nel mese di dicembre 2015 ha avuto un’audience di 8 milioni di utenti. Sta crescendo a ritmi di molto superiori a tutti gli altri social. Essendo un social centrato sulle fotografie, come pinterest si presta ai settori dove l’immagine ha un ruolo importante. La peculiarità di instagram è che le fotografie sono condivisibili in maniera immediata su altri mezzi, con conseguente aumento della visibilità.


Instagram

Quello Bello

In Italia nel mese di dicembre 2015 ha avuto un’audience di 2,6 milioni di utenti. Dominato da un pubblico femminile, benestante e di età tendenzialmente medio-alta (45-55 anni), pinterest si presta particolarmente ai settori dove è possibile far risaltare l’aspetto visivo/fotografico (moda, turismo, arte, fotografia e in generale tutti i settori dove si vende un’emozione).


Pintrest

Quello di tendenza

Su youtube la visione dei filmati è molto più centrale rispetto all’interazione. Mentre sugli altri social si entra e si creano contatti, su youtube si entra e si usa la barra di ricerca per trovare i video di interesse. Pertanto più che il numero di utenti registrati è interessante il numero di visitatori unici, che mensilmente supera il miliardo, e la quantità di video visti (6 miliardi di ore mensili, di cui il 25% da mobile). Ovviamente youtube è utile a tutte le aziende in grado di produrre video interessanti (sia per contenuti che per capacità di catturare l’attenzione).


Youtube

oh guarda un video di gatti!